Blogging Fusion Blog Directory the #1 blog directory and oldest directory online.

Gran Consiglio della Forchetta

Home Gran Consiglio della Forchetta

Gran Consiglio della Forchetta

Rated: 2.50 / 5 | 580 listing views Gran Consiglio della Forchetta Blogging Fusion Blog Directory

Italy

 

General Audience

  • Cuoco Goffredo
  • January 31, 2018 06:28:39 PM
SHARE THIS PAGE ON:

A Little About Us

Full of italian traditional and regional recipes. A guide of the best italian wine.

Listing Details

Listing Statistics

Add ReviewMe Button

Review Gran Consiglio della Forchetta at Blogging Fusion Blog Directory

Add SEO Score Button

My Blogging Fusion Score

Google Adsense™ Share Program

Alexa Web Ranking: N/A

Alexa Ranking - Gran Consiglio della Forchetta

Example Ad for Gran Consiglio della Forchetta

This what your Gran Consiglio della Forchetta Blog Ad will look like to visitors! Of course you will want to use keywords and ad targeting to get the most out of your ad campaign! So purchase an ad space today before there all gone!

https://www.bloggingfusion.com

.

notice: Total Ad Spaces Available: (2) ad spaces remaining of (2)

Advertise Here?

  • Blog specific ad placement
  • Customize the title link
  • Place a detailed description
  • It appears here within the content
  • Approved within 24 hours!
  • 100% Satisfaction
  • Or 3 months absolutely free;
  • No questions asked!

Subscribe to Gran Consiglio della Forchetta

Pomodori San Marzano

I pomodori San Marzano hanno una forma ben riconoscibile: forma allungata, polpa succosa, soda e poco acida, la buccia di un bel colore rosso intenso e con pochi semi all'interno.

Pomodori San Marzano

Il pomodoro San Marzano

Origine: Campania

I pomodori San Marzano hanno una forma ben riconoscibile: forma allungata, polpa succosa, soda e poco acida, la buccia di un bel colore rosso intenso e con pochi semi all’interno.

La gran parte della produzione dei pomodori San Marzano viene destinata alla produzione dei pelati. Infatti una delle caratteristiche fondamentali di questo tipo di pomodori e che quando maturi, la buccia si stacca molto facilmente. La cosa interessante è che sono i pomodori pelati lavorati in scatola ad aver guadagnato e ad ottenere il marchio DOP.

Le varietà ammesse nel disciplinare della DOP sono coltivate in terreni fertili di origine vulcanica distribuiti tra le provincie di Napoli e Salerno. I pomodori vengono raccolti a mano da agosto fino a quasi inizio ottobre, seguendo i gradi di maturazione dei frutti sulla pianta. Altre cultivar commericiali derivate dal San Marzano sono diffuse in molte altre regioni del meridione, in particolare in Puglia.


Ricotta Romana

Ricotta Romana Origine: Lazio La ricotta romana viene ricavata dal siero del latte intero di pecora. Il siero utilizzato per

Ricotta Romana

Origine: Lazio

La ricotta romana viene ricavata dal siero del latte intero di pecora. Il siero utilizzato per questa produzione è quello residuo avanzato dalla produzione del pecorino romano. Questo segna la differenza con il formaggio, infatti la ricotta è un latticino e non può essere definito formaggio.

Il termine “ricotta” deriva proprio dal fatto che il siero viene ricotto una seconda volta, dopo che la prima è stata eseguita per la produzione del formaggio.

La ricotta romana ha guadagnato il marchio DOP.

La ricotta romana non ha una forma distinguibile rispetto alle altre ricotte. Il fattore di caratterizzazione di questo particolare prodotto è invece il suo sapore che risulta dolciastro. Infatti la ricotta di pecora è in generale più dolce rispetto a quella vaccina. Inoltre il disciplinare DOP non permette l’uso di correttori di acidità, e l’utilizzo di latte intero fino al 15%. Questi due aspetti ne garantiscono quindi quel sapore forte che la contraddistingue.


Anatra

L’anatra (Anas sp.) è un palmipede che vive in coppia ed è caratterizzato da un forte dimorfismo sessuale. Molto apprezzata

anatra

L’anatra (Anas sp.) è un palmipede che vive in coppia ed è caratterizzato da un forte dimorfismo sessuale. Molto apprezzata per le sue carni, viene cacciata od allevata in cattività, di cui la Francia ne è il più grande produttore ed esportatore. Esistono ben 80 specie di anatre.

L’anatra più utilizzata a scopo alimentare è quella proveniente da allevamenti italiani delle regioni del Nord Italia (Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e Piemonte). Una parte delle anatre presenti sul mercato provengono invece dalla Francia.

L’anatra selvatica, o germano, è disponibile solo nei mesi autunnali ed invernali, mentre quella domestica raggiunge dimensioni maggiori.

I tagli di anatra più apprezzati sono il petto e la coscia. L’anatra ha carni rosse, molto grasse, e richiedono una leggera frollatura.

Stagionalità

Tutto l’anno.

Valori nutritivi dell’anatra (100g)

Calorie201
Proteine24g
Grassi11g
Colesterolo89 mg

Uso in cucina

I moscardini sono presenti in commercio sia freschi che surgelati. Come il polpo, si consiglia di battere la loro carne per renderla più tenera. I moscardini, specie quelli più piccoli, si prestano a diverse modalità di preparazioni e cotture. Sono infatti ottimi sia fritti, che cotti in umido, brasati che bolliti.

Ricette con l’anatra


Ricette con i moscardini

Il moscardino presente nei nostri mari appartiene a due specie diverse. Nell'alto Mar Adriatico è presente il moscardino muschiato, che ha un colore che varia dal grigio al bruno grazie alla sue capacità mimetiche. L'altra specie è il moscardino bianco, diffuso praticamente su tutte le nostre coste che ha una colorazione chiara con delle macchie...

Il Moscardino

Il moscardino presente nei nostri mari appartiene a due specie diverse. Nell’alto Mar Adriatico è presente il moscardino muschiato, che ha un colore che varia dal grigio al bruno grazie alla sue capacità mimetiche. L’altra specie è il moscardino bianco, diffuso praticamente su tutte le nostre coste che ha una colorazione chiara con delle macchie scure.

I moscardini sono animali a vita breve (non sopravvivono più di due anni) e hanno dimensioni ridotte (non superano i 700 gr). I moscardini sono differenti dai polpi, sia per le dimensioni molto più ridotte, sia per le ventose disposte su fila singola su ciascuno degli 8 tentacoli.

La produzione nazionale è di migliaia di tonnellate, comunque non sufficiente a soddisfare la richiesta totale, quindi molti provengono da importazioni come prodotto surgelato.

Il nome “moscardino” deriva dal fatto che questo mollusco, appena pescato, emana un forte odore di muschio.

Stagionalità

Tutto l’anno

Valori nutritivi del moscardino (100g)

Calorie70
Acqua81%
Proteine14g
Grassi0.9g
Colesterolo50 mg

Uso in cucina

I moscardini sono presenti in commercio sia freschi che surgelati. Come il polpo, si consiglia di battere la loro carne per renderla più tenera. I moscardini, specie quelli più piccoli, si prestano a diverse modalità di preparazioni e cotture. Sono infatti ottimi sia fritti, che cotti in umido, brasati che bolliti.


Pera Decana del Comizio

La Pera Decana del Comizio è un'antica varietà di pere che ha avuto origine nell'800 ad Angers in Francia. Il suo nome deriva dal frutteto in cui è apparsa la prima volta, che fu proprietà del Comizio Orticolo di Maine-et-Loire.

pera decana del comizio

Origine: Emilia Romagna

La Pera Decana del Comizio è un’antica varietà di pere che ha avuto origine nell’800 ad Angers in Francia. Il suo nome deriva dal frutteto in cui è apparsa la prima volta, che fu proprietà del Comizio Orticolo di Maine-et-Loire.

La Decana è una pera da una forma molto tondeggiante, con una buccia di color verde con piccole macchie brune, e che nella parte esposta dal sole assume una volorazione rossastra.

La Decana è una delle varietà di pere più pregiate: la polpa è molto fine, che a perfetta maturazione risulta succosa, dolce e molto profumata.

Uno dei difetti di questo frutto è che risulta molto sensibile al maneggiamento e quindi tende facilmente ad ammaccarsi. Motivo per cui queste pere vengono poste in vendite avvolte singolarmente nella carta e con il picciolo chiuso da cera rossa.

Inoltre questa varietà è poco produttiva. Queste caratteristiche hanno limitato la diffusione di questa tipologia di pera. In Italia le coltivazioni sono concentrate in Emilia Romagna e nel mantovano dove queste pere sono tutelate con il marchio IGP.


Radicchio Variegato di Castelfranco

Il Radicchio Variegato di Castelfranco è il prodotto dell'incrocio tra il radicchio Rosso di Treviso e l'invidia Scarola. Tra i vari radicchi della regione Veneto,questo ne è uno dei più pregiati, e si è guadagnato il marchio IGP nel 1996.

radicchio variegato di catelfranco

Origine: Veneto

Il Radicchio Variegato di Castelfranco è il prodotto dell’incrocio tra il radicchio Rosso di Treviso e l’invidia Scarola. Tra i vari radicchi della regione Veneto,questo ne è uno dei più pregiati, e si è guadagnato il marchio IGP nel 1996.

Come per gli altri radicchi, anche questo radicchio viene sottoposto a forzatura per imbianchimento. I cespi di radicchio vengono coperti per 10-15 giorni in modo da privarli della colorazione della clorofilla. Grazie a questa tecnica vengono evidenziate le tipiche screziature rosso-violacee evidenziate sulle foglie color bianco crema.

Il radicchio variegato ha la forma simile a quella dell’insalata, creando un cespo di foglie grandi aperto a rosa. In realtà l’apertura a rosa viene effettuata a mano al momento della raccolta. Il bordo delle foglie è frastagliato, ed il loro sapore risulta amarognolo simile al radicchio rosso, ma molto più dolce e delicato. Il radicchio variegato data la sua croccantezza è ottimo per essere gustato crudo per insalate.

Il radicchio variegato di Castelfranco viene coltivato nei territori previsti dal disciplinare IGP, cioè le provincie venete di Treviso, Venezia e Padova.


Link to Category: Recipe Blogs

Or if you prefer use one of our linkware images? Click here

Social Bookmarks


Available Upgrade

If you are the owner of Gran Consiglio della Forchetta, or someone who enjoys this blog why not upgrade it to a Featured Listing or Permanent Listing?


We provide Greater link exposure in search engines